L'APPROCCIO SISTEMICO RELAZIONALE INTEGRATO

La scuola fa riferimento al modello sistemico-relazionale integrato, che si ispira agli orientamenti strategici e pragmatici tracciati dai pionieri della terapia familiare lungo la strada aperta da Bateson, arricchiti dagli studi e dalle applicazioni cliniche della teoria dell'attaccamento.

La sofferenza e la malattia vengono connesse alle relazioni significative per l'individuo, dal livello interpersonale a quello macrosociale, con particolare attenzione ai contesti di crescita e quindi ai legami familiari, tenendo conto delle forme che questi assumono nei diversi ambiti sociali e culturali e considerando le interazioni reciproche tra le relazioni, la soggettivitá e il substrato biologico. Tutto ció implica una concezione olistica e biopsicosociale della salute, in accordo con l'evoluzione delle neuroscienze e della genetica, nonché con gli sviluppi dell'epidemiologia, dell'antropologia e della sociologia sulle determinanti sociali e culturali delle malattie.

Nella cornice generale dell'approccio sistemico, considerato sia come chiave di lettura della psicopatologia, sia come metodologia di intervento, vengono accolti ed elaborati contributi diversi, come quelli provenienti dal modello cognitivo comportamentale, dagli studi sul trauma e dalla riabilitazione psicosociale.

LA MULTIDIMENSIONALITÁ

L'importanza del contesto familiare non significa che questo sia l'esclusivo ambito di intervento. Infatti, per accettare la sfida delle situazioni complesse che sempre più spesso giungono all'attenzione dei clinici, bisogna essere in grado di intervenire su più ambiti e a piú livelli, affrontando i problemi che nascono nelle fasi di acuzie e di crisi così come quelli che si consolidano attorno a condizioni di cronicitá. Di conseguenza il modello sistemico integrato valorizza sia la costruzione di progetti in collaborazione con figure professionali e agenzie diverse, sia l'elaborazione di interventi che mettano al centro il protagonismo dell'utente, riconoscendone la capacitá di partecipare attivamente al trattamento.

LA RICERCA

La valenza integrativa dell'approccio sistemico permette di accogliere ció che emerge dalla ricerca in campo psicoterapico, senza perdere di vista la prospettiva relazionale e l'attenzione al contesto, nel quadro di un reciproco influenzamento tra ricerca e clinica, per cui un clinico deve anche essere in una certa misura un ricercatore. Particolare risalto viene dato alla ricerca valutativa e agli studi di esito, per consentire allo psicoterapeuta di aggiornarsi, acquisendo e interpretando in modo competente i dati della ricerca, e di incorporare nella propria pratica l'uso di strumenti per rivedere criticamente il proprio operato. Nell'esame delle evidenze scientifiche sull'efficacia delle psicoterapie viene privilegiata una visione empirica che considera diverse fonti di evidenza senza schematici riduzionismi, tenendo presente non solo la validità interna, ma anche la validità esterna degli studi clinici, con attenzione quindi all'efficacia nella pratica.
La documentazione sull'efficacia dei trattamenti riconducibili al modello sistemico-relazionale é consistente e riguarda numerose problematiche dell'adulto, del bambino e dell'adolescente, come i disturbi dell'umore, le sindromi psicotiche, i disturbi d'ansia; i disturbi della condotta e i comportamenti devianti, l'abuso di sostanze, i disturbi del comportamento alimentare e alcune patologie somatiche croniche.





REFERENZE BIBLIOGRAFICHE

  • Ainsworth MDS, Blehar MC, Waters E, Wall S. Patterns of attachment: A psychological study of the strange situation. Hillsdale, NJ: Erlbaum, 1978.
  • Attili G., Attaccamento e costruzione evoluzionistica della mente. Normalita', patologia, terapia. Milano, Cortina, 2007.
  • Bateson G Steps to an ecology of mind, New York, Ballantine, 1972, tr. it. Verso un'ecologia della mente, Milano, Adelphi, 1986.
  • Borduin C Multisystemic treatment of criminality and violence in adolescents, Journal American Academy Child Adolescent Psychiatry, 1999, 38: 242-249
  • Boscolo L, Bertrando P Terapia sistemica individuale, Milano, Cortina, 1996.
  • Boszormenyi-Nagy L, Spark GM Invisible loyalties, New York, Harper and Row, 1978, tr. it. Lealta' invisibili, Roma, Astrolabio, 1988.
  • Bowen M Family therapy in clinical practice, New York, Aronson, 1978.
  • Bowlby J A secure base, New York, Basic Books, 1988, tr. it Una base sicura, Milano, Cortina, 1989.
  • Byng-Hall J Rewriting Family Scripts, London, Guilford Press, 1995, tr.it Le trame familiari, Milano, Cortina, 1998.
  • Byrne M, Carr M, Clark M The efficacy of couples-based interventions for panic disorder with agoraphobia, Journal Family Therapy, 2004, 26: 105-135.
  • Carr A Evidence-based practice in family therapy and systemic consultation. II: Adult-focused problems. Journal Family Therapy, 2000, 22: 273-295
  • Cottrell D, Boston P Practitioner review: The effectiveness of systemic family therapy for children and adolescents, Journal Child Psychology Psychiatry, 2002, 43: 573-586
  • Curtis NM. Ronan KR, Borduin CM Multisystemic treatment: a meta-analysis of outcome studies, Journal Family Psychology, 2004, 18: 420-423.
  • Dallos R Attachment narrative therapy, Maidenhead, Open University Press/McGraw-Hill, 2006.
  • Doane JA, Diamond D Affect and attachment in the family, New York, Basic Books, 1994, tr. It. Affetti e attaccamento nella famiglia, Milano, Cortina, 1996.
  • Eisler I, La Grange D, Asen E Family interventions, in Handbook of Eating Disorders, ed. by Treasure J, Schmidt U, van Furth E, Chichester, Wiley, 2002.
  • Ellis A, Frey M, Naar-King S, Templin T, Cunningham P, Cakan N Use of multisystemic therapy to improve regimen adherence among adolescents with type 1 diabetes in chronic poor metabolic control, Diabetes Care, 2005, 28: 1604-1610.
  • Fonagy P, Target M Attaccamento e funzione riflessiva, Milano, Cortina, 2001.
  • Haley J Problem Solving Therapy: New strategies for effective family therapy, San Francisco, Jossey-Bass, 1987, tr. it. La terapia del Problem Solving. Nuove strategie per una terapia familiare efficace, Roma, L a Nuova Italia Scientifica, 1988.
  • Henggeler SW, Halliday-Boykins CA, Cunningham PB, Randall J Shapiro SB Chapman JE Juvenile court: enhancing outcomes by integrating evidence-based treatments, Journal Consulting Clinical Psychology, 2006, 74: 42-54
  • Johnson S, Best M A systemic approach to restructuring adult attachment: the EFT model of couples therapy, ed by Erdman P, Caffrey T Attachment and Family Systems. New York, Brunner-Routledge, 2003.
  • Leff J, Vearnals S, Brewin CR, Wolff G, Alexander B. Asen E, Dayson E, Jones E, Chisholm D, Everitt B The London depression intervention trial: randomised controlled trial of antidepressants v. couple therapy in the treatment and maintenance of people wit
  • Liddle HA Family-based therapies for adolescent alcohol and drug use: research contributions and future research needs, Addiction, 2004, 99(suppl. 2): 76-92.
  • Main M Metacognitive knowledge, metacognive monitoring, and singular (coherent) vs. multiple (incoherent) models of attachment: Findings and directions for future research, in Attachment Across the Life Cycle, ed by Harris P, Stevenson-Hinde J, Parkes C,
  • Midgley G Systems thinking. Vol I-IV, London, Sage Publications, 2003.
  • Minuchin S Families and family therapy, Cambridge Mass., Harvard University Press, tr. it. Famiglie e terapia della famiglia, Roma: Astrolabio, 1976.
  • Pitschel-Waltz G, Leucht S, Bauml J, Kissling W, Engel RR The effect of family interventions on relapse and rehospitalization in schizophrenia: A meta-analysis, Schizophrenia Bulletin, 2001, 27: 73-92.
  • Selvini Palazzoli M, Boscolo L, Cecchin G, Prata G Paradosso e Controparadosso, Milano: Feltrinelli, 1975.
  • Selvini Palazzoli M, Cirillo S, Selvini M, Sorrentino AM Ragazze anoressiche e bulimiche, Milano: Cortina, 1998.
  • Selvini Palazzoli M; Cirillo S., Selvini M. Sorrentino A.M. I giochi psicotici nella famiglia Cortina Milano 1988
  • Sheidow AJ, Henggeler, SW Multisystemic therapy with substance using adolescents: A synthesis of research, in Understanding and treating adolescent substance use disorders, ed by Jainchill KN, Kingston, Civic Research Institute, 2006.
  • Stratton P., Silver M., Nascimento N., Powel G., McDonnell L., Nowotny E. Review of family, couples and systemic therapy outcome research 2000-2009. AFT - The Association for family Therapy
  • Stratton P., Silver M., Nascimento N., Powel G., McDonnell L., Nowotny E. Review of family, couples and systemic therapy outcome research 2000-2009. AFT - The Association for family Therapy
  • Wahlberg KE, Wynne LC, Hakko H, Läksy K, Moring J, Miettunen J, Tienari P Interaction of genetic risk and adoptive parent communication deviance: longitudinal prediction of adoptee psychiatric disorders, Psychological Medicine, 2004, 34: 1531-1541.
  • Watzlawick P, Beavin J, Jackson DD Pragmatics of human communication, New York, Norton, 1967, tr. it. Pragmatica della comunicazione umana, Roma, Astrolabio, 1971.
Visualizza altre referenze bibliografiche »