PROVE DI FINE ANNO ED ESAME FINALE

La maturazione degli allievi sul piano personale e professionale sarà monitorata durante l’anno a livello individuale da un tutor, individuato tra appartenenti alla direzione della scuola. Su indicazione del tutor la direzione della scuola può decidere l’interruzione del percorso formativo. L’apprendimento teorico, clinico e metodologico sarà valutato in modo specifico attraverso strumenti differenziati alla fine di ciascuno dei primi tre anni di corso: Prova pratica concernente le abilità acquisite nei laboratori; Prova clinica riguardante un caso clinico, con lo scopo di verificare l’avvenuto apprendimento nonché le capacità cliniche, diagnostiche e terapeutiche acquisite; Prova teorica:un elaborato scritto relativo agli argomenti teorici trattati durante l’anno Al termine del quarto anno sarà richiesto la stesura di una tesi su un argomento concordato tra l’allievo e il tutor, comprovante l’acquisizione di competenze teoriche, cliniche e metodologiche inerenti il modello di intervento proposto dalla scuola.

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO

Alla fine di ogni anno sarà richiesta la compilazione di un questionario di gradimento attraverso il quale raccogliere le opinioni e i vissuti degli allievi, il senso di efficacia provato, con particolare attenzione alle difficoltà incontrate, alle modalità didattiche dei docenti e all’efficacia del loro stile personale.

DIPLOMA

Agli allievi che conseguiranno una valutazione positiva della tesi, che sarà discussa presso un’apposita commissione costituita tra i docenti della scuola, verrà rilasciato l’attestato conclusivo con votazione in settantesimi. Il diploma rilasciato abilita all’esercizio dell’attività psicoterapeutica ai sensi dell’art. 3 della legge n.56 del 18-02-1989 ed è equipollente a quello delle scuole di specializzazione universitaria ai fini dell’inquadramento nei posti organici di psicologo per la disciplina di Psicologia e di medico o psicologo per la disciplina Psicoterapia, con accesso tramite concorso pubblico, secondo il Ddl 4732 del 3-11-2000

FREQUENZA

La frequenza è obbligatoria. Le assenze consentite non devono superare il 20% delle ore di lezione.